I Record

IMG_6949
Ottobre 2013 io con Patrizia Maiorca e lui … il grande Enzo Maiorca.
DSCN2859
Ottobre 2013. Quel piccolo delfino da me voluto accompagnerà per sempre Rossana Maiorca nel suo viaggio nei mari dell’universo.

Dieci anni dopo la sua scoperta della subacquea, con più di 800 ore di immersione alle spalle, Sergio diventò recordman mondiale di immersione con bombole categoria disabili.
“Durante i miei viaggi nei mari di mezzo mondo, vedevo che la profondità delle mie immersioni aumentava senza difficoltà, spesso con l’aiuto di istruttori locali.
Avevo raggiunto quota 40 metri a Cuba poi, nel gennaio del 1998, avevo effettuato un immersione con una miscela di nitrox e nonostante le difficili condizioni del mare il tuffo era andato nel migliore dei modi, senza stancarmi avevo toccato nuovamente i 40 metri, fu allora che ebbi l’idea di provare a fissare un record che ancora non esisteva, soprattutto per dare visibilità al problema della disabilità e per far capire che anche i portatori di handicap, anzi, soprattutto i portatori di handicap possono fare delle cose eccezionali”.

record1
Tavolara (Sardegna) ritrovamento e rimozione di un’ancora preistorica

La prova di Sergio ebbe luogo nel settembre del 1998 al largo della costa orientale dell’Isola d’Elba, fu in questa occasione che fece amicizia col grande apneista francese Jacques Mayol che fu il testimonial dell’impresa.
Sergio si tuffò dalla barca appoggio Gabbiano assieme ad altri sette subacquei, tra i quali l’ottantasettenne Raimondo Bucher, in arte Jurassick diver, vero pioniere di questa attività sportiva. Dopo 24 minuti di immersione Sergio riemerse felice, aveva toccato una profondità massima di 42-50 metri.

“Mi ricordo l’incredibile effetto della pressione, oltre alla temperatura dell’acqua, veramente freddissima. Ebbi problemi all’orecchio già all’inizio della prova, ma andò tutto bene”.
Il record fu realizzato durante il primo festival della video cinematografia e fotografia subacquea dell’isola d’Elba, ma non fu mai ratificato per la mancanza di una certificazione Cmas, l’ente che gestisce l’attività subacquea su scala mondiale.
“Allora decisi di riprovarci l’anno dopo sempre in settembre, nello stesso luogo, nel corso della stessa manifestazione”.

record2
Record 1999 assieme a Raimondo Buker

II 25 settembre 1999 nelle acque antistanti Porto Azzurro, si immerse con autorespiratore ad aria fino alla profondità di 47-80 metri, certificata dalla presenza in acqua del giudice Cmas Raoul Vernetti di Milano, con lui, ancora Raimondo Bucher, oltre a Fabio Sirola presidente dell’Accademia subacquea italiana.
“Io in acqua colgo emozioni e la mia emozione maggiore è quella di conquistare record ma per gli altri disabili che vorranno provare questa disciplina, per quelli che vorranno uscire da una condizione passiva, la stessa emozione la proveranno svolgendo una attività ricreativa in compagnia di tanti amici”.
Ma Sergio non si fermerà qui “Voglio andare oltre … è la costante della mia vita”.